Tutti gli articoli di US Factory

484841_4599708064643_1864677670_n

One Billion contro la violenza sulle donne

Essere qui, ora

Ci siamo.

Siamo arrivati al gran giorno.

Ogni minuto, una nuova storia, una nuova canzone, una nuova foto, un poster, una poesia, un video arrivano da qualche parte del mondo e vengono condivisi.

Magari dalle Filippine, dove le ragazze cantano per le strade “Se questo è il nuovo mondo, noi vogliamo farne parte”;

o dal Perù, dove due squadre di calcio scendono in campo indossando la maglietta di One Billion Rising;

dall’India, dove centinaia di migliaia di risciò portano un cartello con scritto “La mia religione è rispettare le donne”;

o dagli Stati Uniti, dove a Miami gli attivisti fermano il traffico per dire no alla tratta degli esseri umani.

Migliaia di città in tutto il mondo si stanno sollevando, sia in Europa che in paesi come la Siria, il Congo, l’Iraq e l’Iran,

dove le donne rischiano la propria vita per scendere a manifestare nelle strade. Poliziotti, presidenti, regine, sindaci,

governatori, leader religiosi, star di Bollywood sono in prima linea insieme a migliaia di organizzazioni che combattono per la giustizia sociale.

Quello che è certo è che One Billion Rising for Justice è andato oltre le manifestazioni di un giorno in 190 paesi: è una volontà globale di porre fine alla violenza – di genere, razziale, economica, ambientale – che si intreccia con la violenza contro le donne.

Noi siamo qui.

Insieme.

In un posto nuovo che abbiamo creato con la nostra dedizione, i nostri corpi, la nostra incessante organizzazione, la nostra capacità di fare gruppo e aprirci agli altri, le nostre danze folli.
Qui, in un nuovo mondo di cui nessuno è proprietario ma che appartiene a tutti.

Eve, Monique

http://www.onebillionrising.org/9622/now-statement-14-february-eve-ensler-monique-wilson/

1463054_421261951336680_1489628515_n

Urban Freedom A.s.d.

La Urban Freedom è un’associazione sportiva dilettantistica nata a Reggio Emilia il 15 Ottobre 2013 e fa parte della comunità italiana del parkour.

L’ idea della fondazione di una squadra, nasce da un progetto iniziato nel 2010, i ragazzi dell’allora semplice gruppetto di amici erano impegnati in attività come contest o raduni, eventi che uniscono diversi atleti provenienti anche dall’ esterno in un particolare giorno all’ insegna del Parkour, Free Running e Tricking. Occorreva dunque creare un unico gruppo unito per rappresentare il parkour nella nostra città;

il Parkour, nasce agli inizi degli anni ’90 nelle periferie di Parigi, in Francia, da un atleta di nome David Belle.  Egli ebbe l’ originale idea di portare su strada gli insegnamenti del padre sull’addestramento del metodo Hebert da cui si trae uno dei principi fondamentali della disciplina:”Essere forti per essere utili”. Il principio alla base del metodo hérbertiano è che il miglior modo per allenare un uomo è farlo esercitare nei movimenti naturali che sa fare, in situazioni che la natura gli presenta e gli richiede. In pochissimo tempo questa disciplina divenne molto conosciuta e praticata fino ad oggi, che è molto apprezzata dai giovani che vogliono sempre più immergersi nella pratica di una disciplina così interessante; l’ obiettivo di un traceur, atleta che pratica il parkour, è quello di tracciare un percorso in città da un punto A e un punto B distinti e di percorrere nel modo più efficace il tracciato superando tutti gli ostacoli presenti lungo il tragitto;

Free Running è associato al Parkour, poiché, la si può definire come una branca di quest’ ultima, infatti la differenza principale è che nel parkour quello che conta è la rapidità con cui si percorre il tracciato e l’efficienza, mentre nel free running quello che conta è la fluidità con cui si affrontano gli ostali;

Tricking, invece, è completamente differente dal parkour poiché consiste nel fare capriole e kick(calci) in sequenza, mettendoli tutti uno dietro l’altro, ma l’ obiettivo non è di fare un percorso, ma la fluidità con cui si fanno le combo (capriole, calci e altro in sequenza)

 A cura della Urban Freedom 

 

1157659_10201509344592794_1867920902_n

Calendario Lab Hip Hop Gennaio – Giugno 2014

Corsi Hip Hop Parma:

Corso Base: Giovedì 17.30-18.30
al Centro Giovani “Federale” – Via XXIV Maggio (laterale di Via Emilia Est), Parma
Corso intermedio: Martedì 17.30 – 19.00
Corso avanzato: Giovedì 19.00 – 21.00
al Centro Giovani “Esprit” – Via Emilia Ovest 18/a, Parma
20€/mese (+ 20€/anno per assicurazione)

Corsi Hip Hop a Reggio Emilia:

Corso Intermedio: Giovedì 15.00-16.30
Centro Giovani “La Centrale” – Via Gorizia 12, Reggio Emilia
Corso Base/Intermedio: Venerdì 14.30-16.00
Parrocchia Sant’Antonio, Via Mutilati Del Lavoro 2, Reggio emilia
20€/mese (20€/anno per assicurazione)

Corsi a Modena:

Corso intermedio/base: Mercoledì 16.00-18.00
c/o Talentho – Piazza Liberazione 13

Lab US!Factory - Icaro 2013

Laboratorio Hip Hop Reggio Emilia 2013

Parrocchia Sant’Agostino – Reggio Emilia